Pro e contro della coppetta mestruale (e soprattutto, come si usa)

Negli ultimi anni il mondo si sta volgendo verso un futuro più ecologico, ed allo stesso modo, in molti stanno cercando metodi alternativi per restare al passo col cambiamento. Talvolta però, può sembrare particolarmente complicato trovare il modo migliore per avvicinarsi ad uno stile di vita più ecosostenibile, senza dover stravolgere completamente la propria routine quotidiana. Un oggetto di nome “coppetta mestruale” vuole essere di aiuto rivoluzionando il modo in cui disponiamo degli assorbenti. Capiamo di più: che cos’è? Come si usa?

Quindi, che cos’è la coppetta mestruale e come funziona? 

La coppetta mestruale è un compatto bicchierino di silicone pensato per sostituire completamente assorbenti interni ed esterni. “La coppetta va inserita nella vagina e funziona raccogliendo (e non assorbendo) i fluidi mestruali”, spiega l’ostetrica e ginecologa Anna Targonskaya. Il successo della coppetta è principalmente dovuto agli innumerevoli vantaggi che presenta a confronto coi classici ed obsoleti prodotti mestruali.

Menstrual cup

Pro e contro della coppetta mestruale

Ora, per chi si sta ancora chiedendo se sia il caso di convertirsi alla coppetta, ecco di seguito una serie dei suoi vantaggi:

  • È eco-friendly: in media, nel corso di una vita, una persona che mestrua smaltisce all’incirca 180 chili di prodotti sanitari. Nel momento in cui si decide di usare una coppetta, automaticamente si riduce lo smaltimento di assorbenti interni ed esterni – i quali sono causa di inquinamento – del 100%.
  • È più economica: una coppetta mestruale è utilizzabile per circa 10 anni per un prezzo che può variare tra €10 e €25, offrendo un’ottima opportunità di risparmio.
  • Ti può aiutare a controllare la quantità di fluidi che perdi durante il tuo ciclo mestruale: una coppetta ha una capacità contenitiva di circa 30 millilitri, che corrisponde quasi al doppio della capacità di un assorbente interno o esterno. Controllando l’ammontare di liquido presente nella coppetta è possibile comprendere la quantità di fluidi persi.
coppetta mestruale
  • È più igienica: gli assorbenti tendono ad assumere un odore sgradevole dopo che li si indossa per più di un paio d’ore. Al contrario, la coppetta ti esonera dagli odori sgradevoli ed in più è estremamente facile da pulire e disinfettare.
  • È più sicura: è risaputo che gli assorbenti interni possano provocare sindrome da shock tossico o TSS. Quest’ultima è una rara ma allo stesso tempo pericolosa sindrome che colpisce soprattutto giovani donne, ed in alcuni casi, può addirittura portare al decesso. La coppetta mestruale può essere indossata senza nessun pericolo fino a 12 ore, in base al proprio flusso mestruale.
  • È comoda: se inserita correttamente non sarai neanche in grado di percepirla. Una volta trovata la misura che fa al caso tuo – la quale può variare in base all’età, la lunghezza della cervice e flusso mestruale – sarà praticamente impercepibile, dandoti totale libertà di movimento.
coppetta mestruale

Come si inserisce una coppetta?

La dottoressa Sherry Ross, esperta di salute femminile ed autrice del libro She-ology: The Definitive Guide to Women’s Intimate Health, spiega che “dopo esserti lavata le mani, puoi inserire la coppetta mestruale sia da posizione eretta che da seduta. Per completare l’operazione, è consigliato piegare la coppetta a metà ed inserirla nella vagina partendo dalla parte del bordo. Una volta che il gambo è più o meno un centimetro oltre l’apertura della vagina, ruota la coppetta in modo tale da darle la possibilità di aprirsi completamente e bloccarsi nella posizione corretta”.

coppetta mestruale

Ora che hai tutte le informazioni a tua disposizione puoi finalmente prendere in considerazione questa soluzione alternativa e capire se potrebbe funzionare per te e per il tuo corpo. Lo step finale è provarla e farci sapere della tua esperienza!

LEGGI ANCHE:

- Advertisement -spot_img

♥♥♥