Cosa significa La Bella Addormentata? Carlotta Vagnoli rilegge la fiaba in chiave moderna

Cosa significa La Bella Addormentata? A guidarci nella risposta a questa domanda, oggi sul Lover’s Journal di Chitè, è la penna femminista di Carlotta Vagnoli: avete mai pensato quale fosse il significato de La Bella Addormentata nel bosco? Toscana, classe 1987, Carlotta Vagnoli è autrice, sex columnist, content creator e attivista. Particolarmente sensibile al tema della violenza di genere, porta avanti lezioni sul tema come volontaria nelle scuole italiane dal 2018. Ex bartender (pare sia stato proprio il bancone il suo primo palco) parla tantissimo e, se si tira su le maniche, vuol dire che sta per abbattere qualche stereotipo senza troppi giri di parole. Dopo aver già parlato di violenza di genere qui sul Lover’s Journal e aver riletto per noi anche La Primavera di Botticelli, Carlotta Vagnoli torna oggi con un nuovo contributo scritto in esclusiva per la community di Chitè.

Cosa significa La Bella Addormentata? La premessa di Carlotta Vagnoli

Dicono che in primavera si dorma di più, che sia la fisiologica reazione all’arrivo del primo caldo. Il sonno ristoratore, preparatore, di bellezza. Un mito che ci accompagna fin da bambine, quello dell’attesa dormiente. Già, infatti una delle più famose fiabe tradizionali europee, rivisitata dai fratelli Grimm, da Perrault ed infine adattata da Walt Disney in cartone animato nel 1959, è La bella Addormentata. È la storia della principessa Aurora che, vittima di una maledizione, cade in un sonno profondo dopo essersi punta con un fuso per filare e dovrà attendere cento anni (questo a quanto pare era anche allora il tempo necessario per trovare un marito, ndr) ovvero fino a quando un valoroso principe la libererà e salverà dandole un bacio che la riporti nel mondo dei coscienti: praticamente, se vestite la principessa con un camice d’ospedale e il principe da infermiere, abbiamo la scena iniziale di Kill Bill in cui Uma Thurman viene violentata mentre è in coma, ma su questo torneremo più avanti.

Cosa significa La Bella Addormentata? Il sonno come metafora

Ma cosa simboleggia il sonno? Cosa significa La Bella Addormentata, una favola così antica ma ancora così in voga? Pare che dormire rappresenti il non vivere appieno la propria vita, interrompendo così il ciclo evolutivo che ogni donna, secondo questa strabiliante morale che al tempo è ancestrale e modernissima, dovrebbe perseguire. Aurora crolla in un sonno profondissimo nel passaggio da giovane donna all’età adulta, cristallizzata in una punizione esemplare, che è quella del non poter amare e quindi del non potersi completare. Già, perché come in ogni fiaba che si rispetti, è proprio l’amore a far da padrone.

Protagonista assoluto, è infatti il motore di tutta l’azione, l’agente principale che sblocca la maledizione, attiva il principe e unisce persone in maniera completamente randomica e piuttosto superficiale (lei dorme da 100 anni, lui la sveglia con un bacio non consensuale, c’è un gap generazionale mica da ridere, non si sono mai parlati, ma il FATO sa esattamente che lui è la persona giusta per portarla a completezza, come se fosse una libreria Ikea a cui manca la brugola per montarla: insomma, non benissimo, avrei voluto almeno un paio di cene fuori fossi stata in Aurora, giusto per testare il terreno).

Crescendo con questo adagio separatista per cui se non trovi l’amore allora sei una persona incompleta, contribuiamo a dare a tutta la nostra fase esplorativa – che è proprio quella fondamentale nell’esistenza di ogni essere umano e che permette una profonda scoperta del sé – il valore del torpore, del sonno, della poca importanza. Un sistema in cui si tende dunque ad escludere ogni forma diversa dalla coppia eteronormata monogama dal gioco dei valevoli e dei puri di cuore. Ma rileggendo in chiave moderna questa fiabaci abbiamo provato anche con Francesca Michielin nella puntata del suo podcast, Maschiacci, in cui affrontiamo proprio questi stereotipi millenari – possiamo vedere che la serenità, in questo rapporto Aurora/Principe Azzurro, non sia proprio di casa.

Cosa significa La Bella Addormentata? La lettura di Carlotta Vagnoli

Cosa significa La Bella Addormentata? Innanzitutto, caro Prince Charming, senza consenso è violenza, quindi a noi battesega che sia il fato a guidare la tua lingua: sei perseguibile per legge, e nemmeno romanticizzare tutto sto circo ci farà dimenticare che stai abusando di una donna priva di sensi. Seconda di poi, l’età adulta non passa sicuramente dalla scoperta dell’anima gemella (che infatti, non so come dirvelo, non esiste), ma dall’esplorazione del mondo e di sè, cosa che la povera Aurora non ha avuto mai tempo di fare visto che è stata narcotizzata per un secolo in un castello umido e circondato dai rovi (che si aprono al passaggio del principe per farlo entrare dal portone principale: se avete avuto un conato di vomito realizzando questa sottilissima metafora sessuale vi assicuro che é tutto normale, ci sono passata anche io).

Cosa significa La Bella Addormentata? La conclusione di Carlotta Vagnoli

L’età adulta interconnessa alla vita di coppia, la fertilità, il matrimonio è un retaggio che stiamo smantellando solo in questi decenni. Ed è difficile liberarsi da questo stereotipo anche per colpa di queste favole, che creano un mondo immaginifico che sul finale è però un prolungamento del reale e delineano dei ruoli di genere che diventano claustrofobici ed escludenti. Il sonno è un meritato riposo, una via di recupero della propria forza, un processo fisiologico con cui riacquisiamo stabilità. Lasciamo perdere i principi abusanti e le mele da completare, dormite quanto cazzo vi pare e ricordatevi di esplorare. Detto questo vi saluto: vado a fare un pisolino.

Leggi anche

- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli