“La lingerie è il goal delle nostre giornate migliori”: a tu per tu con Annie Mazzola

Quale modo migliore per inaugurare la nostra nuova rubrica Chitè Girls se non con una chiacchierata a tu per tu con la super Annie Mazzola per parlare di lingerie su misura? Chi di voi segue il nostro profilo Instagram, saprà già che Annie è stata la prima protagonista dei video creati per il lancio di MyChitè, la prima piattaforma di personalizzazione per biancheria intima su misura. Cosa amiamo di Annie? Praticamente tutto, ma inizieremo con quelli che lei considera i suoi segni particolari: frangia, rossetto rosso e buon umore. Classe 1991, Annie è lodigiana e ha trascorso infanzia e adolescenza a Graffignana. Le piace: mangiare, ridere e far ridere, il ragù e gli occhi del suo fidanzato. Non le piace: chi si lamenta, chi la chiama influencer, l’invidia e il coriandolo. Ora non ci resta che scoprire qualcosa in più del rapporto che ha col suo corpo e con la lingerie!

Annie, cosa rende speciale il tuo rapporto con il tuo corpo? E perché?

Più che speciale, lo definirei unico come penso dovrebbe essere il rapporto di ogni donna con il proprio corpo. Da adolescente odiavo il mio naso: ovunque mi girassi, in qualsiasi posa mi mettessi, vedevo solo questo “naso a patata”. Non c’era modo per farmelo piacere o accettare che fosse solo un semplice naso e che andasse bene così. Crescendo, il mio viso è cambiato, ho cambiato taglio di capelli, sono diventata più donna e il mio naso ha magicamente iniziato a piacermi tantissimo. Ma il focus critico si è poi spostato sulle cosce: “Sono troppo grosse, non indosserò mai nulla sopra al ginocchio, per l’amor del cielo!”. Questa cosa è durata per un po’ di anni. Finché un giorno, per caso (ma più che altro per ridere), a un fitting ho provato una gonna sopra al ginocchio: la mia reazione, dettata dall’abitudine di dire “Non metterò mai una gonna corta”, è stata ridere e cercare di togliermela il prima possibile, a differenza dei presenti che in coro mi hanno detto “Ma stai benissimo, mettitela!”. Mmm… mi guardai bene, ma bene bene bene ed effettivamente mi piaceva, e pure tanto! Da quel giorno ho sdoganato la lunghezza sopra al ginocchio e quella è diventata la mia minigonna preferita.

Annie Mazzola per Chitè Lingerie

Photocourtesy: Instagram – @anniemazzola

Cosa cerchi in un capo di lingerie che ti rappresenti? E soprattutto come lo hai trovato in Chitè?

Non sono amante di pizzi, merletti e cose troppe “fru fru”, preferisco cose lineari e semplici e Chitè e il giusto compromesso. C’è tutto, dal tessuto più semplice al pizzo particolare. Ritrovo il mio mood della giornata anche nella mia lingerie, il che è un GOAL. Perché una giornata no affrontata con una lingerie sbagliata diventa un incubo, ma affrontata con una lingerie comoda è decisamente meglio!

What is your personal touch? 

Sono sempre stata ossessionata dalla personalizzazione di qualsiasi cosa con il mio nome: fin dalle elementari firmavo i diari e i banchi dei miei compagni di classe, amavo fare dediche a tutti solo per poterci mettere la mia firma sotto in grande e vedere il mio nome ovunque. Ecco forse non c’è bisogno che io vi dica con quale parola personalizzerei tutta la mia lingerie! 🙂

- Advertisement -spot_img

♥♥♥